Monday , November 18 2019
Home / italy / Manovra, il vertice notturno non basta: Pd e 5S ancora distanti

Manovra, il vertice notturno non basta: Pd e 5S ancora distanti



ROMA – Non sono bastate 4 ore di vertice notturno a Palazzo Chigi per chiudere l'intesa di governo sul Def. La riunione convocata dal premier Giuseppe Conte vede attorno al tavolo, con il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, and capi delegazione Luigi Di Maio (M5s), Dario Franceschini (Pd), Roberto Speranza (Leu), Teresa Bellanova (Iv) e il sottosegretario Riccardo Fraccaro (M5s). La discussione si apre assai tesa, per il no di Di Maio (e Renzi) a ogni aumento dell'Iva, con toni "ultimativi" stigmatizzati da Franceschini.

Fondi per la manovra

Ad agitare la maggioranza è il nodo delle risorse per la manovra: dove trovare and fondi per scongiurare aumenti selettivi dell'Iva, senza far salire il deficit oltre il 2,2% del Pil. Ma il vertice notturno, a quanto si apprende, non sarebbe stato risolutivo: "Ci sono ancora molte ipotesi in campo", spiega una fonte. Alle 2 and ministri si salutano con l'idea di tenersi in contatto: si lavorerà tutto il giorno per trovare una quadra in vista del Cdm previsto alle 18.30. E c'è chi continua a premere perché il deficit venga alzato gave 2.2% ad ora ipotizzato, fino al 2.3% by 2.4% per liberare risorse che evitino di alzare l'Iva.

Tensioni nella maggioranza

Su questo punto i toni nella maggioranza si erano alzati già nella giornata di ieri. "L'Iva non può aumentare, né nell'aliquota minima, né nell'intermedia, né in quelle più alte". E la legge sullo ius culturae, "non è una priorità" aveva detto Luigi Di Maio. Parole che hanno scatenato la reazione del Pd. "Vedo che poco prima della riunione a Palazzo Chigi, Di Maio ha annunciato in modo ultimativo in tv una serie di posizioni sulla legge di Bilancio e su molto altro. Cose anche interessanti che credo impegnino il suo movimento, ma di certo non impegnano l'intera maggioranza ", aveva dichiarato il ministro e capo delegazione Pd Dario Franceschini.

Discutere di dettagli relativi alla manovra, comunque, ha precisato Gualtieri, è prematuro: "Il governo non ha ancora presentato nessun piano sull'Iva. L'orizzonte non è la Nadef ma la manovra. Invito tutti alla calma."


"La Repubblica si batterà semper in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore and principi della democrazia e della convivenza civile"

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA

<! –

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori which fire mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sieito o si abbonano a Rep :.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un'altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati and Repubblica

->

<! –

->


Source link